Lo sbiancamento dei denti fa male?

Rispondo subito: No! Ma è controindicato in caso di gravidanza, allattamento, per i pazienti di età inferiore ai 12 anni e per chiunque sia allergico ai perossidi. Approfondiamo insieme

Cerchiamo anzitutto di capire di cosa stiamo parlando!


COSA È LO SBIANCAMENTO

Lo sbiancamento dentale è una procedura che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli più bianchi. È una delle pratiche odontoiatriche più antiche nella storia, risalente addirittura ai tempi degli antichi romani.

Oltre ad uno sbiancamento, cosiddetto “cosmetico” che agisce su DENTI SANI con l’unico scopo di renderli più bianchi, si affiancano altri tipi di sbiancamenti utili per risolvere discromie dentali, anche severe, dovute a traumi, trattamenti endodontici incongrui, patologie sistemiche.
I prodotti che vengono utilizzati a tal fine contengono principalmente PEROSSIDO D’IDROGENO e PEROSSIDO DI CARBAMMIDE, impiegati in varie concentrazioni a seconda della tecnica che si intende utilizzare e alle esigenze del paziente.

COME AGISCE LO SBIANCAMENTO

Lo sbiancamento funziona grazie alla liberazione di OSSIGENO da parte dei perossidi nel momento in cui vengono posti a contatto con i denti: le molecole di ossigeno vanno a disgregare le molecole dei pigmenti responsabili della discromia, rendendole non più visibili.
Lo sbiancamento dentale agisce solo sui denti naturali, NON agisce su CORONE PROTESICHE, OTTURAZIONI o qualsiasi altro materiale da restauro presente nel cavo orale.
Esistono sistemi di sbiancamento fai da te e professionali. I sistemi di sbiancamento PROFESSIONALI vengono effettuati sotto la supervisione di un odontoiatra o di un igienista dentale e possono sbiancare sia i DENTI VITALI che i DENTI DEVITALIZZATI.
Lo sbiancamento dentale professionale è una pratica del tutto SICURA per i pazienti, non altera o rovina lo smalto dei denti ed inoltre permette una predicibilità di risultato molto elevata.
È indicato nell’età adulta, sconsigliato in GRAVIDANZA.

QUANTO DURA

Inutile dire che la durata nel tempo dipende dalla struttura del dente, dall’igiene del paziente, dal tipo di alimentazione
Lo sbiancamento, infatti, non rappresenta assolutamente un trattamento unico e definitivo: il mantenimento di un livello di bianco elevato della propria dentatura prevede trattamenti ripetuti ad intervalli specifici per ogni paziente.

DENTI DEVITALIZZATI

Vorrei sottolineare come lo sbiancamento interno per denti devitalizzati e discromici non è una garanzia ma è una buona soluzione conservativa e mininvasiva.

Fai splendere il tuo sorriso!

PRENOTA UNA SEDUTA DI SBIANCAMENTO

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it